OBS: Du er nu offline

I tuoi diritti in un cantiere danese

Chi lavora in un posto di lavoro danese gode di una serie di diritti che sono sanciti dai contratti collettivi delle diverse categorie. Se lavori per una ditta che è legata ad un contratto hai gli stessi diritti dei tuoi colleghi danesi.

Brevi informazioni sui contratti collettivi

In Danimarca non è il governo a decidere le regole che valgono sul mercato del lavoro: sono le parti sociali. Le regole sono sancite nei contratti collettivi, vale a dire negli accordi stipulati tra il tuo sindacato e l’organizzazione degli imprenditori o la tua ditta.

In Danimarca non esiste un salario minimo garantito per legge. Per questo motivo è importante che tu sappia qual è la ditta in cui sei assunto e se il tuo datore di lavoro è coperto da un contratto collettivo. Puoi sapere queste cose chiedendo alla sede locale del tuo sindacato.

Contratto di lavoro

Quando lavori in un posto di lavoro danese devi avere un contratto di lavoro che riporti:

  • nome e cognome
  • indirizzo
  • numero di telefono
  • numero di identificazione personale CPR o CVR
  • forma di retribuzione - oraria o cottimo
  • data di inizio lavoro
  • altre informazioni sulle condizioni di assunzione e lavoro

Il contratto di lavoro deve essere redatto in due copie e deve riportare la firma tua e del datore di lavoro.

Salario minimo

Lo stipendio viene concordato tra te ed il tuo datore di lavoro in base ai termini del contratto collettivo. Il salario minimo valevole per te dipende dalla tua categoria di lavoro. Ricorda che il salario minimo non è altro che una base di trattativa. Nel riquadro qui di sotto sono riportate alcune delle tariffe in vigore dal marzo 2019 al febbraio 2020. E la tariffa oraria media, che riflette il salario orario minimo piú il risultato delle contrattazioni locali.

Categoria

Salario oraio lordo

minimo in corone

valevole dal marzo 2019

Tariffa oraria lorda

media per il terzo

trimestre del 2018

Carpentiere edile/ Ferraiolo

126,15 kr. / 16,91 €


186,80 kr. / 25,03 €

Lattioniere

129,60 kr. / 17,37 €

206,37 kr. / 27,66 €

Muratore

148,85 kr. / 19,95 €

194,06 kr. / 26,01 €

Carpentiere in legno

125,90 kr. / 16,87 €

187,16 kr. / 25,12 €

Imbianchino

127,85 kr. / 17,13 €

172,10 kr. / 23,06 €

Elettricista

131,20 kr. / 17,58 €

200,06 kr. / 26,81 €

Idraulico

129,60 kr. / 17,37 €

206,87 kr. / 27,72 €

Busta paga

Ogni dipendente che lavora per una ditta coperta da contratto collettivo deve ricevere una busta paga (prospetto paga) ad ogni pagamento di stipendio. Le informazioni principali che devono risultare dalla busta paga sono: la paga oraria, il numero di ore lavorate, il conto paga degli straordinari, lo stipendio percepito in malattia, le ferie, i contributi pensionistici e gli accantonamenti per le festività infrasettimanali. Se la busta paga indica dei pagamenti anticipati devi controllare che l’importo corrisponda a quello che ti è stato effettivamente versato.

Orario di lavoro

L’orario di lavoro generalmente è di 37 ore settimanali e deve essere svolto tra le 6.00 e le 18.00 delle giornate dal lunedì al venerdì. Orari diversi devono essere concordati per iscritto tra il dipendente ed il datore di lavoro. Ricorda di annotarti quante ore lavori e dove. Scrivilo su un calendario o conserva una copia del rendiconto settimanale che consegni al tuo datore di lavoro.

Straordinario e lavoro fine settimanale

Se lavori più di 37 ore la settimana oppure se lavori nei fine settimana hai diritto di norma ad una pagamento straordinario. In genere si riceve il 50% in più per le prime tre ore di straordinario e il 100% per le restanti ore. Ricorda che devi essere pagato per TUTTE le ore lavorate. Se hai un contratto che prevede più di 37 ore settimanali di lavoro vale la pena farlo verificare dal sindacato.

Pensione

Se il tuo datore di lavoro fa parte di una organizzazione datoriale o ha aderito ad un contratto collettivo sei coperto da un ordinamento pensionistico a favore del quale il tuo datore di lavoro deve versare i contributi. I versamenti ammontano in genere complessivamente al 12% dell’intero salario mensile lordo. Di questi, tu stesso dovrai versarne 4 punti percentuali. La restante parte viene versata dal tuo datore di lavoro.v

Molte casse pensionistiche offrono una mutua sanitaria. Grazie a ciò potrai ad esempio avere diritto a prestazioni gratuite quali ad esempio i massaggi o la fisioterapia. L’ordinamento pensionistico prevede anche una serie di prestazioni assicurative – ad es. In caso di morte o di malattie cosidette “critiche”. Chiedi
al tuo sindacato quali regole valgono per la tua ditta.

Ferie

In base alla legislazione danese hai diritto ad un pagamento durante le ferie. I’importo viene calcolato in base al guadagno dell’anno precedente e corrisponde al 12,5% dello stipendio. L’anno di calcolo va dal 1o gennaio al 31 dicembre ed il pagamento avviene nei mesi che vanno dal 1o maggio al 30 aprile successivi.

Sindacato e A-kasse

Iscriviti al sindacato che è il tuo rappresentante e consulente nel mondo del lavoro. I sindacati che fanno capo al BAT negoziano i contratti collettivi della tua categoria e ti aiutano in caso di dubbi sullo stipendio, sulle condizioni di lavoro, se rimani vittima di un infortunio sul lavoro o in caso di altri problemi sul posto di lavoro. La maggior parte dei danesi è iscritta anche ad una a-kasse, una assicurazione che ti assicura in caso di disoccupazione.